Osteria del Riccio: un super aperitivo “birra & food”

28 febbraio 2014

O voi che abitate a Sesto San Giovanni, o comunque a Milano nord e dintorni, o comunque siete in grado di prendere la metropolitana, gioite: la notizia è ghiotta, e non per modo di dire.
L’Osteria del Riccio, raffinato ristorante di Sesto, il 28 febbraio, un venerdì, organizza un aperitivo birrario in collaborazione con Birrodromo: diteci voi, c’è un modo migliore per concludere la settimana (e il mese)? Lo diciamo noi: no.

Luciana e Mario – che hanno fondato questo piccolo e curato locale nel 1999 – prepareranno un ricco buffet con un ampio spettro di sapori, da quelli più delicati ai più decisi che si accompagneranno ottimamente alle quattro birre (e che birre!) selezionate in collaborazione con Birrodromo, come spieghiamo nelle righe che seguono.

Due birre arrivano dal Birrificio del Ducato, in provincia di Parma: Via Emilia e Chimera. La prima è certamente una delle migliori Pils arigianali italiane: apparentemente una “semplice” birra chiara, è in realtà assai difficile da produrre ma molto facile da bere. Ideale con i salumi del territorio da cui proviene (culatello, prosciutto crudo e dintorni), con i formaggi freschi, con le fritture.

Osteria del RiccioLa Chimera è praticamente all’opposto da ogni punto di vista: scura, densa, rotonda, ispirata alle “dubbel” d’abbazia, dà il meglio di sé con carni saporite e lavorate e con formaggi di media stagionatura.

Ci si sposta in Piemonte (a Spinetta Marengo, Alessandria) per trovare il Birrificio Civale. Che al Riccio invierà due birre per nulla scontate. La prima è la Monflower, che potremmo definire una “Italian Blanche”, ovvero una birra ispirata alla blanche belghe ma piena di profumi del territorio: malti d’orzo italiani, segale e frumento piemontesi e un mix di spezie e fiori del Monferrato. Il risultato è una birra leggera e profumata che si accompagna meravigliosamente a tutto ciò che è delicato: pesce, formaggi freschi, quiche, frittate di verdura e… fate voi.

Si chiude in bellezza con la Punto di Fuga, una birra davvero unica che mette insieme il miele del Monferrato e i luppoli della Nuova Zelanda, per un risultato olfattivo e poi gustativo che coglie di sorpresa anche quelli che della birra pensano di avere visto tutto: profumi di frutta esotica a go-go. Una birra ideale per accompagnare dolci invernali e crostate di frutta, ma anche quei formaggi a media stagionatura, magari di capra, cui abbinereste del miele o una composta di frutta: ecco, abbinate loro una Punto di Fuga e sarà ancora meglio.

L’appuntamento, allora, è per il 28 febbraio dalle 18 alle 22 all’Osteria del Riccio, in via Renzo del Riccio 75, a Sesto San Giovanni, vicino a viale Marelli. Il costo? Solo 5 euro a consumazione. Non mancate, perché si fa sul serio!